Seleziona una pagina

m-teresa2

Qualche giorno fa mi è capitata una cosa decisamente curiosa: mentre, per motivi di lavoro, sfogliavo il bel libro di R.Maurer “Un piccolo passo può cambiarti la vita”, ho notato che il testo inizia citando una frase di Madre Teresa, divenuta Santa proprio lo scorso quattro settembre.

“Piccole cose con tanto amore… Non è importante ciò che facciamo, ma quanto amore mettiamo nelle cose che facciamo. Ciò che conta non è tanto quanto si dà, ma l’amore che mettiamo nel dare. Per Dio non esiste nulla di piccolo”

Sebbene a prima vista l’accostamento fatto dall’autore possa apparire quasi sacrilego, a ben pensarci non lo è, soprattutto nel caso di un libro che mira ad estendere la filosofia del miglioramento continuo, portandola dall’ambito aziendale verso l’ambito del miglioramento personale.

Madre Teresa, nell’arco della propria esistenza, inanellando “una piccola cosa” dopo l’altra con grande fede e costanza, è riuscita a fondare un ordine (le Missionarie della carità) che conta più di 5000 religiose e più di 700 case in tutto il mondo.

La morale della favola? Sposare la filosofia del kaizen, cercando di fare un piccolo passo di miglioramento ogni giorno, è decisamente un approccio vincente, sia in azienda che nel privato.

Consulente e formatore in ambito Lean per SOGES S.p.A., sono inoltre docente a contratto di Lean Enterprise presso la Facoltà di Ingegneria Gestionale dell’Università Carlo Cattaneo (LIUC) di Castellanza (VA). Questo blog nasce per fornire il mio contributo alla diffusione della cultura lean in Italia, nella convinzione che per sopravvivere e prosperare in un mercato globale sempre più sfidante sia fondamentale che le nostre imprese interiorizzino queste metodologie e questo modo di pensare.

Share This