Seleziona una pagina

Interessante il dibattito emerso ieri durante il corso di valutazione del costo/beneficio della attività di miglioramento.

Col personale di azienda Y abbiamo discusso di come il WCM (World Class Manufacturing, evoluzione del pensiero snello targata FCA) orienti le attività di miglioramento partendo da un’approfondita analisi delle perdite con maggiore impatto sui costi (pillar del Cost Deployment).

Approccio molto interessante, ma al tempo stesso impegnativo da applicare, che nel modello Lean classico non è così fortemente sottolineato.

Voi cosa ne pensate?

Fino a che punto la scelta dei vostri progetti di miglioramento è orientata da driver economici?

Quali sono gli altri fattori che tenete in considerazione?

cost

Consulente e formatore in ambito Lean per SOGES S.p.A., sono inoltre docente a contratto di Lean Enterprise presso la Facoltà di Ingegneria Gestionale dell’Università Carlo Cattaneo (LIUC) di Castellanza (VA). Questo blog nasce per fornire il mio contributo alla diffusione della cultura lean in Italia, nella convinzione che per sopravvivere e prosperare in un mercato globale sempre più sfidante sia fondamentale che le nostre imprese interiorizzino queste metodologie e questo modo di pensare.

Share This