Seleziona una pagina

Ieri pomeriggio, come da scheduling e dopo 12 ore di volo, siamo atterrati a Tokyo Narita alle 11 del mattino ora locale, +8 ore rispetto all’Italia.

In un’ora, il Tokyo Express ci ha condotto fino alla stazione di Shinagawa, dove è situato il nostro primo hotel.

Tokyo è talmente pulita e ordinata, con i suoi colori pastello e la sua strade silenziosamente affollate, da sembrare quasi finta: un plastico a grandezza naturale di una grande metropoli occidentale.

Per la prima cena giapponese abbiamo scelto Ginza, esclusivo quartiere dello shopping. Il “luogo dell’argento” è il cuore della Tokyo occidentalizzata e moderna, nelle cui vetrine splendono i più esclusivi marchi italiani, francesi e svizzeri. Prendete “Time Square”, mantenetene la folla, rendete più sobri e raffinati gli edifici e le insegne, azzerate il rumore di fondo e la sporcizia ed avrete un’idea di che cosa è Ginza.

1

Oggi, invece, abbiamo passato la domenica gironzolando per Kita Kamakura, incantevole città di mare e di colline, oasi di pace a soli quaranta minuti dalla megalopoli Tokio. Kamakura è stata la capitale del Giappone dal 1185 al 1333: a testimonianza di quei giorni di gloria ci sono 19 santuari scintoisti e ben 65 templi buddhisti. Ovviamente non siamo riusciti a visitarli tutti: vorrà dire che un giorno ci toccherà tornare!

Tra le belle opere d’arte viste in questa tiepida e assolata giornata d’autunno, mi ha molto colpito il Grande Buddha (Daibutsu), bella statua bronzea del 1252 i cui 13 metri di altezza hanno retto nel corso dei secoli a mareggiate, tifoni, incendi, terremoti, e che proprio di recente è stata dotata di appositi ammortizzatori per accrescerne ulteriormente la resilienza.

2

Dopo il bel pomeriggio in mezzo ai templi, prima di cena abbiamo avuto il tempo di ammirare Tokyo dall’alto dei 48 piani della torre degli uffici governativi di Tange Kenzo, rimanendo senza fiato dinanzi alle luci e all’estensione di questa megalopoli che, secondo il sito “Demographia World Urban Areas”, con i suoi 37 milioni di abitanti costituisce l’area urbana più popolata al mondo.

Le torri governative si trovano nella zona dei grattacieli del quartiere di Shinjuku. Nel 1960 il governo disegnò Shinjuku fukuthosin (secondo cuore della città) e dal 1991, quando gli uffici del governo si sono spostati nelle imponenti torri di 48 piani, molti hanno iniziato a chiamarla shin toshi (la nuova capitale).

Per oggi è tutto: domani inizieremo le visite aziendali, con Fujitsu come prima tappa!

Consulente e formatore in ambito Lean per SOGES S.p.A., sono inoltre docente a contratto di Lean Enterprise presso la Facoltà di Ingegneria Gestionale dell’Università Carlo Cattaneo (LIUC) di Castellanza (VA). Questo blog nasce per fornire il mio contributo alla diffusione della cultura lean in Italia, nella convinzione che per sopravvivere e prosperare in un mercato globale sempre più sfidante sia fondamentale che le nostre imprese interiorizzino queste metodologie e questo modo di pensare.

Share This