Seleziona una pagina

lettura

“La lettura dei buoni libri è una sorta di conversazione con gli spiriti migliori dei secoli passati” Cartesio

 

Cari lettori,

Agosto è alle porte e con quest’ultimo post mi propongo di augurare a voi e alle vostre famiglie serene vacanze estive, prendendomi nel frattempo la libertà di consigliarvi tre libri interessanti da portare sotto l’ombrellone.

Ammesso e non concesso che anche ad Agosto abbiate voglia e tempo per pensare a tematiche Lean e affini! 😉

Come ci suggerisce la citazione in testa al post, il bello di un buon libro è che ti consente di dialogare col suo autore.

E il primo libro che vi consiglio, “Lo Spirito Toyota”, è in effetti quasi una sorta di diario mediante cui Taichi Ohno in persona ci racconta di come il Giappone, distrutto dalla Seconda Guerra Mondiale, sia diventato nel giro di 30 anni una nazione tra le più progredite al mondo.

Non è un libro recente: è del 1978 ed è arrivato in Italia solo nel 1993, ma lo ritengo una lettura ancora attuale e di grande fascino, adatta sia ai puristi del Lean in cerca di approfondimento che ai neofiti che vogliano iniziare il loro percorso cercando di afferrare lo spirito originario di questa splendida filosofa organizzativa.

spirito-toyota

Il secondo libro è più recente, visto che la prima edizione risale al 2005. Si tratta di un testo che ci insegna alcuni importanti principi Lean mediante un format estremamente originale.

Vincitore del prestigioso Premio Shingo, “Andy & Me” è un “romanzo di business” ambientato nel New Jersey in uno stabilimento automotive prossimo al fallimento. Il protagonista, Tom Pappas, ne è il responsabile.

Leggendolo, molti lettori si imbatteranno in situazioni, personaggi e politiche di gestione molto simili alle situazioni che vivono ogni giorno.

andy-e-me

Il libro racconta, con uno stile scorrevole e accattivante, della relazione tra Tom e Andy Saito, il solitario Sensei che Tom persuade a rientrare dalla pensione per salvare il suo stabilimento insegnandogli i principi del TPS.

L’autore del testo è Pascal Dennis, guru del Lean nord americano, insomma una vera garanzia.

Concludo questa breve carrellata con un libro riguardante la gestione dei team di lavoro, per il quale ho chiesto consiglio all’amico e collega Diego Massucco, esperto di questi temi.

Come ben sappiamo, il successo dei progetti Lean dipende tantissimo dalla capacità di lavorare in team, per cui ritengo estremamente utile e opportuno consigliare anche un testo dedicato in modo specifico a questo tema.

Si tratta di “Effetto porcospino. Il segreto per costruire team eccellenti” dei nordamericani Manfred Kets de Vries e Emma Mary West Sara.

effetto-porcospino

È un testo che porta con sé importanti riflessioni sulle dinamiche individuali e intra-gruppo, valorizzando la necessità di un approccio che oscilli tra l’attenzione al singolo e quella al gruppo.

Con questo ho concluso: vi auguro ancora buone vacanze, I Think Lean  vi saluta e tornerà a settembre.

Però una cosa la posso anticipare: oltre a festeggiare il primo anno di attività, in ottica kaizen arriverà anche qualche miglioramento al blog… so “stay with us and we’ll be right back”!

right-back

P.S. Siete interessati a ricevere gratuitamente gli aggiornamenti di I Think Lean? Allora vi suggerisco di iscrivervi al blog: richiede un secondo del vostro tempo, la procedura visual sotto vi mostra come fare 😉

iscriviti

Consulente e formatore in ambito Lean per SOGES S.p.A., sono inoltre docente a contratto di Lean Enterprise presso la Facoltà di Ingegneria Gestionale dell’Università Carlo Cattaneo (LIUC) di Castellanza (VA). Questo blog nasce per fornire il mio contributo alla diffusione della cultura lean in Italia, nella convinzione che per sopravvivere e prosperare in un mercato globale sempre più sfidante sia fondamentale che le nostre imprese interiorizzino queste metodologie e questo modo di pensare.

Share This